Per il Norton Online Living Report i genitori non sanno cosa fanno i figli sul web

Pubblicato da lorenzo in Ricerche, Sicurezza

Adulti e bambini divisi da internet. Symantec ha commissionato a Harris Interactive uno studio internazionale (il Norton Online Living Report) per scoprire le diverse abitudini online degli adulti e dei loro figli. La ricerca ha riguardato 4687 adulti e 2717 bambini distribuiti tra Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Germania, Francia, Brasile, Cina e Giappone.

Dallo studio emerge che spesso i genitori non sono consapevoli di quale uso facciano i loro bambini di internet. Così, mentre mamme e papà americani si dichiarano ingenuamente convinti che i figli trascorrano 2 ore al mese su internet, la realtà è ben diversa: i minori si collegano al web per almeno 20 ore.

Il 25% dei genitori dichiara poi di non avere idea di cosa stiano facendo i loro figli online. Circa la metà dei genitori, però, ha parlato ai propri bambini della sicurezza in internet.

Inoltre, contrariamente alle aspettative degli adulti, anche i bambini conoscono nuovi amici su internet. Secondo il Norton Online Living Report almeno un terzo degli americani tra gli 8 e i 17 anni si sono fatti degli amici online. Quando ci si concentra sugli adolescenti la percentuale sale al 50%. In Cina, dove il numero di minori che usa internet è in forte ascesa, il 44% dei bambini dichiara di essere stati contattati da sconosciuti e il 57% ha dato informazioni personali.

Quando i più piccoli hanno problemi su internet difficilmente ne parlano con i genitori. Secondo il Norton Online Living Report molti bambini hanno infatti paura che mamma e papà tolgano loro la possibilità di collegarsi alla Rete.

Per approfondire:
il Norton Online Living Report