Byron Report: lo studio sulla sicurezza di internet e dei videogiochi che sta facendo discutere la Gran Bretagna

Pubblicato da lorenzo in Ricerche, Sicurezza

Il Byron Report sta facendo discutere tutta la Gran Bretagna. Lo studio commissionato dal primo ministro Gordon Brown alla psicologa infantile Tanya Byron fa il punto sull’impatto di internet e dei videogame sullo sviluppo dei bambini.

Il Byron Report sottolinea come sia importante coniugare regole più severe per ciò che riguarda i contenuti online potenzialmente dannosi per i bambini a una maggiore educazione da parte dei genitori in materia di sicurezza in Rete.

Lo studio della Byron fa alcune raccomandazioni, a cui il governo si ispirerà nei prossimi mesi per garantire una maggiore sicurezza online ai bambini:
– nuovi codici dovrebbero regolare i siti di social network, per avere maggiore chiarezza in materia di privacy e contenuti dannosi;
– maggiori informazioni dovrebbero essere date ai genitori per evitare chi i figli frequentino certi siti;
– si dovrebbe approvare una legge che renda illegale la promozione dei suicidi via internet;
– è necessaria una nuova classificazione dei videogame per fasce d’età;
– sarebbe opportuna la nascita di un consiglio nazionale per implementare le politiche in materia di sicurezza online.

Dallo studio emerge che i genitori sono più preoccupati dei predatori online, mentre i figli temono maggiormente il cyber-bullismo. La Byron ha sottolineato come dal punto di vista accademico esistano ancora pochi studi sulle attività dei più piccoli in internet. Inoltre, ha aggiunto: “Ironicamente, la preoccupazione dei genitori sui rischi che i propri figli corrono quando sono fuori ha fatto sì che i bambini siano costretti a passare molto più tempo in casa, dove però sono sottoposti a rischi di altro tipo”.

Fonte:
l’articolo di The Guardian sul Byron Report