Per l’Accademia della Crusca sms e web non rovinano l’italiano dei bambini

Pubblicato da lorenzo in News, Trends

Internet e sms sono spesso accusati di rovinare l’italiano dei bambini. Linguisti e docenti di scuole elementari e medie si sono lamentati in più occasioni del decadimento e della semplificazione della lingua causati dall’uso sempre più frequente di sms, email e chat da parte dei ragazzi.

Ora, però, a rassicurare insegnanti e genitori arriva l’opinione autorevole dell’Accademia della Crusca. In un’intervista a Donna Moderna Nicoletta Maraschio, neo-eletta presidente dell’Accademia della Crusca, afferma che internet e cellulare hanno moltiplicato le occasioni per scrivere e questo non può essere che un bene anche per i bambini. Fa molto più male, almeno secondo Maraschio, la “tv del chiacchericcio” che con la sua banalità svuota le parole di significato.

Fonte;
l’articolo di Quo M@dia sulle dichiarazioni di Nicoletta Maraschio