Un nuovo studio svela il rapporto tra bambini americani e internet

Pubblicato da lorenzo in Ricerche

I bambini americani sono sempre più entusiasti di internet, mentre i genitori stanno all’erta sui pericoli della Rete. Un nuovo studio di Cox Communications e del National Center for Missing & Exploited Children (NCMEC) fa il punto sull’impiego delle nuove tecnologie da parte dei più piccoli negli Stati Uniti.
Ecco alcuni dati emersi dallo studio:

– a 7 anni il 60% dei bambini naviga online. La percentuale sale al 90% tra i bambini di 9 anni;
– la maggior parte dei tweens – i bambini tra 8 e 12 anni – trascorre su internet 2 ore al giorno;
– lo strumento più usato dai bambini è la posta elettronica: il 42% dei bambini tra gli 8 e i 10 anni e il 71% di quelli tra gli 11 e i 12 anni ha un proprio indirizzo email personale;
– il 34% dei ragazzi tra gli 11 e i 12 anni ha un profilo su un social network;
– il 73% dei tweens afferma che i genitori hanno parlato loro della sicurezza online;
– solo il 2% dei bambini intervistati non ha restrizioni da parte dei genitori sull’uso del web. Circa il 70% ha limiti di tempo, mentre il 51% non ha un accesso a internet dalla propria cameretta.
– il 67% dei bambini tra 8 e 12 anni dice di non aver mai inserito informazioni personali su internet;
– il 28% dei tweens dichiara di essere stati contattati online da uno sconosciuto. Fra questi il 18% non ne ha parlato con nessuno e solo l’11% ha risposto allo sconosciuto, ma ben pochi hanno incontrato nella vita reale questo contatto virtuale.
– il 22% dei bambini dichiara di avere amici che sono stati vittime di bullismo online.

Fonte:
l’articolo di PCMag sullo studio di Cox Communications e Missing Kids