I videogame fanno bene (e tutti i bambini lo sanno)

Pubblicato da lorenzo in Ricerche

Tutti i bambini (o quasi) giocano con i videogame. Non è un luogo comune, ma il risultato di una ricerca del Pew Internet & American Life Project secondo cui il 97% dei bambini e ragazzi americani giocano con i videogiochi. Lo studio non ha inoltre rilevato differenze tra maschi e femmine, egualmente interessati alle console e ai giochi online. Chi gioca lo fa spesso: 50 % degli intervistati ha dichiarato di aver giocato con un videogame il giorno prima.

Particolarmente significativo è un altro risultato emerso dall’indagine: i videogame fanno bene, almeno secondo gli studiosi del Pew Internet & American Life Project. La maggior parte dei ragazzi quando gioca lo fa in compagnia, cioè assieme a un amico in carne ed ossa oppure online. I giocatori di videogame, contrariamente alle aspettative, sarebbero dunque persone molto socievoli, capaci di usare in modo appropriato diversi mezzi di comunicazione.

Il Pew Internet & American Life Project salva inoltre i videogame violenti. Joseph Kahne, uno degli autori dello studio, dichiara che giochi come Halo, pur contenendo scene violente, “offrono ai giocatori l’opportunità di collaborare l’uno con l’altro superiori alla media”.

E genitori? Secondo il 62% dei genitori la passione per i videogame non ha influenzato il comportamento del proprio bambini, né in positivo né in negativo, mentre il 19% dichiara coraggiosamente che hanno avuto un’influenza positiva.

Per approfondire:
lo studio del Pew Internet & American Life Project sull’uso dei videogame tra bambini e adolescenti