Rapporto 2008 dell’Osservatorio Contenuti Digitali: bambini italiani divisi tra TV, internet e videogiochi

Pubblicato da lorenzo in Ricerche

L’Osservatorio Permanente Contenuti Dgitali ha pubblicato il suo Rapporto 2008. Lo studio rileva un fatto ben noto a chi si occupa di internet e nuove tecnologie: rispetto ad altri Paesi europei l’Italia è ancora molto indietro nel consumo di contenuti digitali. Solo il 31% della popolazione utilizza la Rete in modo abituale, contro un 65% che preferisci strumenti più tradizionali come TV, la radio, i cd e i libri.

Mentre la fascia d’età 35-54 anni è quella con più potenzialità di crescita, le nuove generazioni (e in particolare i bambini sotto i 14 anni) hanno la dieta mediatica più diversificata. Mentre la TV continua a richiamare molto l’attenzione dei giovani (tempo medio 1h e 45 minuti al giorno), cresce il tempo trascorso sulle consolle dei videogiochi ( in media 40 minuti) e sui pc (circa 1 ora al giorno). Si affermano sempre di più tra i giovanissimi i social network, i forum, i blog, la messaggistica istantanea e gli user generated content.

Nonostante infatti vi sia da parte delle famiglie una grande attenzione nella formazione dei loro figli, lo studio evidenzia una grande difficoltà nella capacità di affiancare i figli nella loro crescita dell’utilizzo delle nuove tecnologie. I ragazzi preferiscono infatti prendere come modello di riferimento i coetanei. Questo probabilmente determinerà la crescita di un determinato tipo di consumatori nei prossimi anni: i Technofan, ovvero coloro che usano la tecnologia come gioco e sono interessati ai nuovi gadget per un uso perlopiù strumentale.