Il tempo delle mail: intervista a Elena Giordano, autrice del libro di Edizioni Paoline

Pubblicato da lorenzo in Interviste

tempomail
Lo chiamavano il tempo delle mele. Oggi si chiama il tempo delle mail. Arriva in libreria Il tempo delle mail. Caro Di@rio. Segreti e confidenze delle pink teen, il nuovo libro scritto da Elena Giordano (con illustrazioni di Carla Manea) per Edizioni Paoline. Dedicato alle preadolescenti e alle teenager, Il tempo delle mail racconta con un linguaggio fresco e senza mezze misure i problemi delle ragazze.

Abbiamo incontrato l’autrice Elena Giordano per sapere qualcosa in più de Il tempo delle mail e delle pink teen.

Il tempo delle mail è un Diario virtuale. Di cosa si tratta?

Mentre i diari “normali” ascoltano pazientemente i segreti delle loro “padroncine”, questo, che vive nel web, è immateriale (anche se di carta!) ma attivo: risponde, consiglia, stimola, accarezza, coccola. Le ragazze scrivono, lui è pronto a supportarle.

Il libro si rivolge alle pink teen. Ci puoi fare un ritratto delle ragazze della internet generation?
Sono molto sveglie: si lasciano abbagliare dalla modernità e dalla tecnologia, ma dentro restano le preadolescenti di sempre, in cerca di mollettine per i capelli, sguardi dolci, approvazione. Comunicano con il web, questa è la grande differenza rispetto alle ragazze di 10 anni fa, e padroneggiano lo strumento (ma questo strumento non si farà mai
padroneggiare).

Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza è una fase molto delicata nella vita di una ragazza. Internet offre più opportunità o rischi per le pre-adolescenti?
Le opportunità sono diverse (spunti per crescere, conoscere, dialogare, scoprire il mondo senza limiti geografici), ma i rischi sono importanti, e sempre presenti. In un momento delicato, una ragazza può decidere di affidarsi alla rete e cercare sostegno, al posto di parlare con i genitori o gli amici in carne e ossa, e trovare orchi cattivi.

3 consigli per le pink teen che navigano in internet.
Chiedete aiuto ai genitori se avete dubbi su certi siti.
Fidatevi degli amici che conoscete nella “vita vera”.
Mantenete il cervello attivo: è l’arma migliore che possedete!

elenagiordano