Topipittori compie cinque anni e lancia Gli anni in tasca

Pubblicato da lorenzo in Eventi, Fiera del Libro per Ragazzi, News

catalogo_narrativa_miralat_hiLa casa editrice Topipittori festeggia i primi anni di vita alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna. Oggi presenta in anteprima una nuova collana narrativa: Gli anni in tasca.

Gli anni in tasca è una raccolta di narrazioni autobiografiche sull’esperienza dell’infanzia e dell’adolescenza, dedicate a tutti i lettori, ma in particolare a giovani lettori, di fasce di età diverse, dai 10 anni in poi. Il progetto nasce con la finalità di restituire agli adulti un ruolo forte come narratori, capaci di offrire ai ragazzi, attraverso il racconto di sé bambini, la traccia e la memoria di esperienze autentiche ed esistenzialmente significative.

Scopriamo i primi titoli della collana Gli anni in tasca di Topipittori:

Miralat di Diego Malaspina
Anni Sessanta. L’uomo va nello spazio, ma sulla Terra non si sa come allevare un bambino che sembra un extraterreste: non mangia niente di quel che mangiano gli umani, gira vestito da fatina e crede solo nella sua personale Trinità: Biancaneve, Cenerentola e la Bella Addormentata nel Bosco.
La sua famiglia è appena arrivata in città, c’è il boom economico e tutti sperano nel progresso, ma lui, il bambino, vive nel suo mondo fatto di carrozze, castelli e regine con una doverosa corona in testa.


L’estate del lianto di Antonio Faeti
In una Bologna piena di ombre e di luci, si muove una folla di personaggi straordinari, sospesi fra realtà e immaginazione: la bellissima Esmeralda, figlia dello zingaro Barone; il diabolico Strigagni, affarista senza scrupoli; l’impavido avvocato Brunetti, dal cuore ardente; il fantasma della sanguinaria Cianciulli…
Sotto la guida fidata dei loro libri più amati, Topi e sua sorella Fioretta affrontano misteri che la città sembra dischiudere solo davanti ai loro occhi. Il più importante tudioso italiano di letteratura per ragazzi alle prese con i fantasmi, i terrori e le estasi ella propria infanzia.

Il ragazzo è impegnato a crescere di Roberto Denti
Cosa succede quando per genitori hai un preside e una insegnante?
Quando tua nonna non è una buona vecchina, ma una comandona con un caratteraccio tremendo? Quando i compagni di scuola ti cantano in coro “Occhialina, quattr’occhi in vetrina”? E, come se non bastasse, quando tuo fratello è bravo a scuola e pure bello? Ma è ovvio: sogni la fuga. E magari non la sogni soltanto, ma cerchi davvero di imbarcarti su una nave di pirati, come accade nei libri…
Un grande e attento conoscitore del mondo infantile racconta la propria infanzia, in prima persona.