Arriva la generazione dei nativi digitali

Pubblicato da lorenzo in News

E’ sotto gli occhi di tutti che i bambini di oggi possiedono una maggior confidenza con i mezzi tecnologici odierni rispetto alle generazioni precedenti. La domanda che incuriosisce di più è: come saranno da adulti?

Secondo il docente di psichiatria Tonino Cantelmi dell’Università Gregoriana di Roma, questa generazione di nativi digitali ha già un cervello differente dal nostro e farà parte di un’umanità più sviluppata per alcune cose, meno per altre.

Nel libro scritto assieme a Maria Rita Parsi, L’immaginario prigioniero (Mondadori), Cantelmi afferma che questi bambini utilizzano un apprendimento più percettivo e meno simbolico, e che da adulti saranno meno capaci di riconoscere le emozioni interne ma abilissimi a rappresentarle.

Il cambiamento non avverrà solo dal punto di vista dell’apprendimento ma anche nelle abitudini di comunicazione. Questa generazione nasce con l’esperienza comunicativa della Rete, dove si condividono chiacchiere e opinioni e ciò svilupperà una voglia maggiore di commentare eventi e avvenimenti di qualsiasi importanza.

Per poter supportare questo nuovo modo di socializzare anche la Rete muterà di conseguenza per soddisfare questa generazione sempre più affamata di novità e bravissima nel sintetizzare con pochi clic la comunicazione all’interno del proprio clan di amici.

Fonte: articolo su corriere.it