E-book, le scuole italiane bocciano le nuove tecnologie

Pubblicato da lorenzo in News, Scuola

e-book

Tra i provvedimenti del Ministero dell’Istruzione per questo nuovo anno scolastico c’è quello di far adottare il più possibile alle scuole testi in formato elettronico. Lo scopo della nuova circolare è di aiutare le famiglie con il caro libri facendo sostituire entro il 2012 le versioni cartacee con e-book o impaginati on line scaricabili da internet.

Per adesso la maggior parte dei docenti delle scuole italiane non sembrano affatto intenzionati a sostenere l’iniziativa. Tra i testi adottati per l’anno scolastico 2009/2010 le versioni digitali sono una percentuale bassissima, meno del 2 per cento in alcuni istituti.

Alla base di questa diffidenza nei confronti degli e-book, spiegano alcuni presidi di scuole italiane, c’è stata la poca pubblicità dell’iniziativa e quindi la paura che la famiglie non avrebbero capito un così repentino cambiamento di questo nuovo modo di studiare.

Inoltre le case editrici non si sono particolarmente mosse per offrire questo tipo di formati, tenendo anche conto che testi scolastici come i libri d’arte per le loro peculiari caratteristiche grafiche si prestano ancora poco alla digitalizzazione .

Altre cause che comportano la disincettivazione dell’adozione dei testi in formato digitale sono gli ancora scarsi servizi di connesione internet ad alta velocità per molte scuole e famiglie italiane. Per di più gli istituti superiori hanno preferito ancora mantenere le vecchie edizioni di testo in prospettiva della nuova riforma del 2010.

Fonte:

l’articolo di dire.it