Scherma: da un’arte antica a uno sport che lascia il segno

Pubblicato da Michela in Sport

scherma(4)

La scherma è uno sport d’antichissima e nobile origine, che mette insieme preparazione atletica, grandi capacità di concentrazione e movimenti coordinati e precisi come quelli di una danza agonistica. Nata come disciplina di difesa personale (il suo nome deriva dal longobardo Skirmjan, che significa proteggere, coprire), la scherma è oggi uno sport olimpionico di opposizione a contesto aperto (open skill) che consiste nel combattimento leale tra due contendenti armarti di spada, fioretto o sciabola.

La spada è l’arma più praticata e rappresentativa, che richiede e sviluppa pazienza, un eccellente spirito di osservazione e nervi d’acciaio. È un’arma “di punta”, il che significa che per mettere a segno stoccate può essere usata solo la punta. Il fioretto è considerato l’arma più elegante, anche per le caratteristiche dei fiorettisti: agilità e buone capacità tattiche prevalgono sull’imponenza della massa muscolare! Non a caso, il fioretto sembra essere la specialità preferita dai bambini per iniziare a cimentarsi con questo sport. La sciabola, infine, è la disciplina più veloce e istintiva. Chi la pratica dev’essere dotato di resistenza fisica e gambe reattive, ma soprattutto deve saper pensare alle propria mosse e intuire quelle dell’avversario nel minor tempo possibile. Tutti questi motivi fanno della sciabola l’arma più apprezzata da ragazzi e ragazze più grandi.

Movimento, svago e possibilità di socializzare dunque, ma non solo: chi si avvicina alla scherma troverà che questo sport è anche arte, cultura e filosofia; una disciplina che, mentre insegna a sentire il proprio corpo, diventa un’occasione per entrare in contatto con sé stessi e con gli altri. Per imparare tutto sulla scherma, per sfatare il suo mito di sport costoso e d’élite, per scoprire dove e a chi rivolgersi, visita il sito della Federazione Italiana Scherma (FIS).