La zucca di Halloween e la leggenda di Jack o’ lantern

Pubblicato da lorenzo in Eventi, Halloween

zucca-halloween

Per la festa di Halloween nei paesi anglosassoni è usanza crearsi volti minacciosi intagliati nelle zucche ponendovi all’interno una fonte di luce, di solito una candela. L’emblema di questa tradizionale festa viene chiamato anche Jack o’ lantern, per la leggenda da cui deriva, ed è generalmente posta fuori dalla propria abitazione.

L’usanza nasce dall’antica idea che i defunti vaghino per la terra con dei fuochi in mano e cerchino di portare via con sé i vivi, la faccia orripilante della zucca serve appunto a ingannare e tenere lontani gli spiriti dei morti. L’usanza fa riferimento anche a tempi remoti in cui venivano messe le streghe al rogo, si pensava che nella notte di Halloween queste vagassero di notte per rivendicare la loro morte.

Come per i molti aspetti della festa di Halloween questa simbologia tipicamente americana ha le sue origini europee, in particolare in Irlanda. Ed anche nell’antica cultura contadina del nostro paese, l’uso di zucche e rape vuote e illuminate è documentato in molte regione italiane come il Piemonte, la Liguria, la Toscana e la Sardegna.

Ma qual’è la leggenda legata al nome di Jack o’ lantern?

Il nome Jack o’ lantern deriva da una leggenda irlandese e risale a centinaia di anni fa. Si dice che Jack fosse un astuto fattore a cui piaceva sempre fare scherzi alla gente. Si narra che osò sfidare il diavolo che terrorizzato fu costretto a rifugiarsi su un albero. Al fine di impedire che il diavolo discendesse, Jack incise una croce sul tronco.

Soltanto dopo un lungo battibecco i due giunsero ad un compromesso: in cambio della libertà, il diavolo avrebbe dovuto rinunciare all’anima di Jack quando sarebbe morto. Il fattore, da lì in poi, sicuro che non sarebbe andato all’inferno, commise talmente tanti peccati che quando morì non fu accettato in Paradiso.

Allora si recò all’inferno dal Diavolo, il quale però mantenne la sua promessa e non gli permise di entrare all’inferno. Jack era impaurito, non sapeva dove andare, era destinato a vagare per sempre nelle tenebre tra l’inferno e il paradiso.

Rimasto sulla terra, colse una zucca e vi intagliò un volto, inseritavi una candela, ne fece una lanterna. Cominciò da quel momento a peregrinare senza tregua alla ricerca di un luogo di riposo. Gli abitanti di ogni paese sono tenuti ad appendere una lanterna fuori dalla porta per indicare all’infelice anima che la loro casa non è posto per lui.