Il festival del cinema per i bambini a Como

Pubblicato da lorenzo in Cinema, News

stella di sylvie verheyde immagine

Il festival cinematografico per i bambini e ragazzi tra i 10 e i 14 anni, il Teen Cinema Festival di Como, ci sarà e comprenderà 6 film che saranno proiettati a partire dal 19 dicembre.

Il cineforum era stato richiesto dagli stessi bambini al consiglio comunale che ha accettato la saggia proposta.
I 6 film sono stati scelti da Alberto Cano, presidente dell’associazione Lunedìcinema, e da Edoardo Colombo che insegna Linguaggio Audiovisivo presso l’istituto Ipsia Ripamonti di Como.

I bambini tra i 10 i 14 anni potranno vedere i film il sabato dalle 15.30 alle 18 presso l’auditorium della Biblioteca Comunale, alla proiezione seguirà il dibattito guidato da esperti di cinema che coinvolgeranno i bambini sui temi dei film.

L’ingresso alle proiezioni è libero e consentito sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Ecco i film della rassegna:
– il 19 dicembre ci sarà Rosso come il cielo, regia di Cristiano Bortone, Italia 2005, film che affronta il tema della diversità;
– il 16 gennaio verrà proiettato Oliver Twist di Roman Polanski, Francia 2005, tratto dall’omonimo libro di Charles Dickens;
– il 6 febbraio il film Stella di Sylvie Verheyde, Francia 2008, che proporrà una riflessione sulla scuola e l’educazione;
– il 13 marzo sarà la volta di Genesis di Claude Nuridsany e Marie Perennou, Francia/Italia 2005, dove un poeta musicista africano utilizza il mito e la favola per raccontare la nascita del mondo;
– il 17 aprile con Il cane giallo della Mongolia di Byambasuren Daava, Mongolia 2005 che racconta la vita di una bambina della Mongolia;
– l’8 maggio L’anno in cui i miei genitori andarono in vacanza di Cao Hamburger, Brasile 2006, film su un ragazzino brasiliano che deve seguire i suoi genitori costretti a lasciare il paese.

Per maggiori informazioni scrivere alla e-mail assessoratofamiglia@comune.como.it o chiamare il numero di telefono 031-252229.

Fonte l’articolo di corrierecomo.it
L’immagine è tratta dal film Stella di Sylvie Verheyde.