Regali di Natale anticrisi: tecnologici e dal gusto retrò

Pubblicato da lorenzo in Eventi, Natale

regali-natale

Per il Natale 2009 la Federconsumatori prevede un sensibile calo degli acquisti rispetto agli anni scorsi, colpa della crisi si dice, ma per i giocattoli le domande sembrano addirittura in aumento. Per i propri bambini i genitori tendono a non risparmiare.

Secondo un sondaggio realizzato dall’Associazione donne e qualità della vita la maggior parte dei risparmi degli italiani saranno suddivisi tra le spese ordinarie e il classico pranzo di Natale. Il restante verrà destinato in regali per famiglia e parenti ed il singolo oggetto che accontenti tutti sarà il più gettonato di quest’anno.

Pochi infatti gli articoli personali come gioielli, capi alla moda, oggetti di lusso e tutto ciò che può essere offerto solo ad un singolo individuo. Il regalo diventa qualcosa da condividere con i propri cari e che possa indurre i genitori a passare più tempo insieme ai propri figli. Tra gli articoli che riescono a svolgere maggiormente questa funzione i più gettonati sono i videogiochi che consentono un divertimento condiviso tra mamme, papà e figli.

In base alle richieste e alle prenotazioni che i commercianti ricevono da mesi la Nintendo Wii vince ancora su tutte le altre piattaforme disponibili sul mercato. Tra i videogiochi a contendersi il mercato ci sono Pes 2010, la simulazione calcistica per eccellenza e U-SING, il nuovissimo Karaoke per Wii ideale per tutta la famiglia. Seguono le guide di cucina virtuali come Cooking Mama 3, i videogame sportivi come Mario & Sonic o quelli dedicati alla danza classica come Stelle sulle punte.

Ma non c’è solo l’alta tecnologia a far divertire le famiglie italiane, i trend prevedono grandi ritorni dal sapore retrò. Tornano alla grande action figure collezionabili come quelle di Topo Gigio, i Puffi ed i Barbapapà. Sempre alla ribalta anche il vecchio caro Meccano, e perfino i trenini Lima e Rivarossi si stanno difendendo bene dall’assalto delle nuove tecnologie e della crisi economica.

Fonte:

l’articolo di apcom.net

Foto | sito sfondi-sfondi.com