La Commissione Europea: tutelare la privacy dei minori sui social network – in attesa della Giornata per la Sicurezza su Internet

Pubblicato da lorenzo in Internet e nuove tecnologie, News

Viviane Reding, Commissario europeo (Commissioner for information society and media), ha dichiarato che ci saranno delle novità per garantire la privacy dei minori sui social network.

Infatti la vigente normativa europea che tutela la privacy su Internet è vecchia, risale alla metà del decennio scorso quando il cosiddetto web 2.0 e la rivoluzione dei social network erano lontani.

Il Commissario europeo Viviane Reding ha fatto queste affermazioni in occasione della Giornata europea della protezione dei dati personali che ricorre il 28 gennaio.
La Reding ha sostenuto che la normativa va aggiornata, in particolar modo per quanto riguarda i minori che affidano ai social network dati, fotografie e informazioni varie.

Già lo scorso anno la Commissione europea ha siglato una serie di accordi grazie ai quali le più grosse società che operano sul web si sono impegnate volontariamente a tutelare e garantire la privacy dei minori.

Il prossimo 9 febbraio – altra ricorrenza a tema: la celebrazione della “Safer Internet Day 2010“, la giornata per l’uso sicuro di Internet – la Commissione europea interverrà ancora su questo tema.

Viviane Reding è convinta che le regole vadano riscritte specialmente per ridefinire i limiti della “behavioural advertising”, la pubblicità basata sulle abitudini degli utenti di internet dei quali le piattaforme apprendono inclinazioni e preferenze.
Inoltre pare che si renderanno privati, di default, i profili dei minorenni sui vari social network (Facebook, MySpace o Twitter, per fare alcuni nomi) in modo che non siano indicizzabili, quindi rintracciabili e visibili, attraverso i motori di ricerca.

Ecco il video dello spot della Safer Internet Day 2010: