La Tv dei Ragazzi passa sul digitale: appello e raccolta firme contro la decisione della RAI

Pubblicato da lorenzo in News, Opinioni, Televisione

La decisione della RAI di spostare dall’autunno di quest’anno la Tv dei Ragazzi – quella finora programmata nel palinsesto pomeridiano di RAI Tre, da Trebisonda alla Melevisione – dalla Tv analogica ai canali tematici sul digitale terrestre (la televisione digitale terrestre sarà adottata ufficialmente in tutta Italia solo dal 2012) ha suscitato la protesta di genitori, educatori e quanti amano i programmi Tv fatti bene.

I motivi che hanno spinto la RAI a questa decisione – la TV dei ragazzi avrebbe pochi telespettatori e gli spazi pubblicitari di quella fascia oraria sono molto appetibili – obiettivamente lasciano molti dubbi sul fatto che la RAI sia un “servizio pubblico radiotelevisivo” e che chieda un canone per questo.

Le proteste si sono fatte sentire con e-mail indirizzate alla RAI e con gruppi di protesta creati su Facebook, ed ora anche il quotidiano l’Unità ha avviato un appello “Salviamo Melevisione” e una raccolta firme (che sta avendo molto successo) per protestare conto la decisione.

A conclusione dell’appello si dice: “Chiediamo che la Melevisione continui a vivere, a produrre nuove serie, a restare visibile a tutti i bambini d’Italia che vogliono vederla. Chiediamo che rimanga su RAI Tre almeno finché il digitale terrestre non avrà completato una reale ed efficace copertura nazionale”. Ci associamo.