Bambini, clima e salute: a Parma la V Conferenza Ministeriale su Ambiente e Salute

Pubblicato da lorenzo in Alimentazione, Ambiente e animali, News

Proteggere la salute dei bambini in un ambiente che cambia”: è il tema centrale della Conferenza Ministeriale su Ambiente e Salute 2010 iniziata oggi, 10 marzo, e che dura fino a venerdì 12.

A discutere di ambiente e salute dei bambini – rischi ambientali e nuove minacce emergenti da combattere – saranno i ministri di 53 Paesi europei che si incontrano nella città emiliana.

La salute di tutti, e prima di tutti quella dei bambini che sono più sensibili e vulnerabili (il 33% delle patologie nei bambini – sotto i 5 anni – è provocato da fattori ambientali), è collegata all’ambiente e ai suoi cambiamenti.
Proteggere la salute dei cittadini europei è compito imprescindibile di cui si fa carico l’azione europea coordinata, e in questa Conferenza Ministeriale – organizzata dall’Ufficio europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization) – si fa un po’ il punto sulla situazione.

Gli studi dicono che le patologie attribuibili a cause ambientali sono tra il 25 – 30 % del totale.

Intanto il ministro dell’Ambiente italiano ha annunciato che sarà, a breve, approvato il piano nazionale di interventi contro lo smog, un’azione che punterebbe a ridurre le polveri sottili.
Ferruccio Fazio, attuale Ministro della Salute, ha detto che, secondo le stime, nei tre giorni della conferenza di Parma moriranno 345 bambini per vari incidenti (gli incidenti domestici sono il maggior numero), come vogliono le statistiche: una notizia-shock che vuole sortire l’effetto di rinvigorire l’azione dei governi coordinati contro questi pericoli.

Fazio ha ricordato anche l’importanza della prevenzione dei problemi di salute per i bambini, prevenzione che significa alimentazione sana (e sicura), con buona qualità del cibo e dell’acqua, e attività fisica.