Bambini e ragazzi assuefatti al cibo spazzatura

Pubblicato da lorenzo in Alimentazione, News

Sta avendo molta eco un articolo pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience che illustra i risultati cui sono giunti alcuni ricercatori americani che hanno dimostrato come il cosiddetto cibo spazzatura (junk food: piatti preparati e surgelati, hamburger, patatine fritte, bevande ricche di zuccheri e merendine), quindi il cibo supercalorico ricco di grassi e zuccheri, possa creare assuefazione, quindi dipendenza negli individui, proprio come accade con il fumo o l’alcol.

Intanto in Italia sopo stati pubblicati i dati di una indagine chiamata Okkio alla Salute (del Ministero della Salute) che ci dicono che il 41 % dei bambini italiani sono ‘dipendenti’ da questo tipo di alimentazione nociva e hanno abbandonato la tradizionale dieta mediterranea. Si dice anche che il 23 % dei genitori italiani ha dichiarato che i propri figli non consumano quotidianamente, come consigliano invece i nutrizionisti, frutta e verdura. Tutto questo ha portato alla attuale situazione in cui un bambino su tre, con età tra i 6 e gli 11 anni, pesa troppo, è sovrappeso o addirittura obeso.

Questi motivi hanno spinto la Coldiretti e il Ministero dell’Istruzione a firmare un protocollo in cui si impegnano a promuovere una campagna di sensibilizzazione sulle tematiche che riguardano l’educazione alimentare all’interno di un progetto  – chiamato Educazione alla Campagna Amica – che coinvolge bambini e ragazzi di scuole medie ed elementari.

Foto | Flickr