La Lega: dare punteggi più alti agli insegnanti lombardi

Pubblicato da lorenzo in News, Scuola

Sta facendo molto scalpore la proposta avanzata dalla Lega che, forte dei risultati per lei favorevoli alle ultime elezioni, sta facendo pressione per cambiare la regolamentazione sul turn over degli insegnanti a favore di un federalismo della scuola.

In particolare si vorrebbe attribuire, nelle graduatorie per il reclutamento insegnanti che potrebbero diventare regionali, più punti agli insegnanti che sono residenti in Lombardia e hanno lavorato con continuità in regione per almeno 3 anni.

Questo servirebbe per evitare che maestri provenienti da altre zone d’Italia occupino dei posti disponibili per poi lasciarli vuoti poco dopo, approfittando della possibilità di trasferirsi altrove, fuori dalla Lombardia; quindi, in definitiva, dare punteggi più alti ai docenti che risiedono in regione garantirebbe, secondo la Lega, una maggiore continuità d’insegnamento agli studenti.

Alla proposta di legge che dovrebbe favorire i professori ‘lumbard’ sono contrarie le opposizioni e molti esponenti della stessa maggioranza. Contrari sarebbero anche molti dirigenti scolastici lombardi che hanno detto di essere più interessati al curriculum e alle capacità degli insegnati che non alla loro residenza o provenienza.

Foto | ilgiornaleitaloamericano.com