Il Redditometro: cos’è e come potrebbe cambiare

Pubblicato da lorenzo in News

Il redditometro è uno strumento utilizzato dal fisco per rideterminare il reddito prodotto (talvolta anche non dichiarato) , sulla base dei beni di proprietà e dei consumi del contribuente.

L’obiettivo del redditometro è di incrociare gli acquisti fatti con le dichiarazioni dei contribuenti, tentando di individuare eventuali discrepanze e quindi eventuali evasori.

La notizia di oggi è che l’Agenzia delle Entrate sta vagliando un cambiamento delle carte in tavola nel contrasto all’evasione fiscale attraverso il redditometro.
La principale novità consiste nel fatto che per definire il nuovo redditometro il fisco non guarda più solo al contribuente ma alla famiglia, quindi alla composizione del nucleo familiare, e terrà conto anche della collocazione geografica (nord, centro, sud, isole) del contribuente e della tipologia del comune di residenza.

Il nuovo redditometro dovrebbe coprire, inoltre, una più ampia tipologia di consumi: tra i mezzi di trasporto da prendere in considerazione ci sarebbe la mini-car e tra i modi di passare il tempo libero ci sarebbero i centri benessere, ma anche viaggi e altri generi di lusso finora esclusi.

In più una volta definito e perfezionato il nuovo redditometro sarà messo a disposizione dei contribuenti: ognuno potrà verificare se il proprio reddito dichiarato è in regola con il reddito che potrebbe determinate il fisco (e verosimilmente dimostrare).

Il fisco infatti aveva già la capacità di incrociare i vari dati, ma il nuovo redditometro in più permetterà anche ai contribuenti di valutare la propria situazione; la scommessa è anche sulla capacità di persuadere i contribuenti in fase di dichiarazione ad una dichiarazione dei redditi corretta, e non solo effettuare controlli a posteriori.