Alimentazione: 10 consigli per far mangiare frutta e verdura ai bambini

Pubblicato da lorenzo in Alimentazione, Salute

Frutta e verdura fanno bene, danno all’organismo un prezioso e indispensabile apporto di vitamine, sali minerali ed acqua: questo è risaputo.
Mangiare frutta e verdura, specie di stagione, è una sana abitudine anche per i bambini, che qualche volta però sono restii a mangiarne e non la smettono di fare capricci.

Ecco una serie di consigli pratici (10 consigli + 1) che ci possono venire in aiuto per far mangiare verdure, ortaggi e frutta alle piccole pesti che non ne vogliono sapere:

1 – è bene cominciare dall’inizio, anzi da prima: alcune ricerche hanno dimostrato che i bambini si abituano più facilmente a mangiare frutta e verdura se la madre nel periodo dell’allattamento consuma frutta e verdura;

2 – per far mangiare ai bambini la frutta, ma vale anche per la verdura, è utile presentarla e prepararla in modo originale: inventare giochi, fare spiedini, proporre forme e decorazioni gradevoli e colorate (si possono fare delle faccine, sagome di animali, inventare storie con i pezzi di frutta… sono cose che i bambini apprezzano);

3 – comprare la frutta assieme ai bambini aiuta a farla loro accettare con più naturalezza, meglio ancora se al momento dell’acquisto sono stati loro a sceglierla: sceglieranno quella che gli sembra più piacevole e forse quella che noi non averemmo comprato (la cosa vale anche per verdura e ortaggi);

4 – all’ora di colazione o di merenda (meglio che a fine pasto quando i bambini sono già sazi e vogliono alzarsi da tavola) proporre ai piccoli della frutta o dei golosi frappé invece della solita merendina, la solita brioche o panino; inoltre invece di dare ai piccoli delle bevande gassate o eccessivamente zuccherate si possono fare delle spremute o frullati con frutta;

5 – preparare frutta e verdura in cucina assieme ai piccoli li aiuta a familiarizzare con queste e a gradirle maggiormente;

6 – alcuni frutti possono avere un sapore troppo forte per i bambini – è il caso delle fragole o dei kiwi, per fare due esempi. In questi casi è utile tagliare questa frutta a pezzettini e aggiungere dello zucchero per adolcirne il sapore;

7 – l’insalata cruda, come altre verdure che possono avere un retrogusto amarognolo, spesso viene disapprovata dai bambini: consigliamo di stufarla in padella coperta con poco olio e a fuoco basso e magari darle una nuova forma facendosi aiutare dagli stampini dei dolci, che si possono utilizzare per ‘vivacizzare’ e cambiare forma di presentazione anche ad altre verdure cotte;

8 – evitare di servire a tavola verdure sempre e solo come contorno, perché il contorno viene percepito come un piatto accessorio del quale si può fare tranquillamente a meno, quindi proporre come primo un bel piatto di verdure quando ne abbiamo l’occasione;

9 – la verdura si può servire come primo semplicemente insaporita con il formaggio, tagliata fine a colorare e condire la pasta o all’interno di una frittata;

10 – una ricerca ha dimostrato che i bambini che hanno passato del tempo in un orto e visto crescere fagiolini e carote (e altro) li apprezzano di più a tavola, quindi se abbiamo un giardino o una terrazza potremmo giocare con i piccoli con semi, piantine e terra, facendo loro vedere come crescono le verdure;

11 –  la fantasia è importante per aiutare i piccoli a mangiare la verdura (gli ortaggi e la frutta), quindi prepariamo e serviamo la zuppa coccodrilo, la minestra Bubblegum, dei piatti di patate e dinosauro, delle melanzane pinguino e dei tortini di Bart Simpson (ingredienti e forme di questi piatti li lasciamo decidere alla nostra fantasia e a ortaggi e verdure di stagione, e a qualche altra piccola astuzia), difficilmente i piccoli non vorranno assaggiarne.

Foto: Flickr