La Cassazione sulle adozioni: non si può scegliere il colore della pelle del bambino

Pubblicato da lorenzo in News

Una sentenza della Cassazione ha negato la possibilità che gli aspiranti genitori che vogliono un bambino in adozione possano sceglierne il colore della pelle, quindi vieta la possibilità di esprimere preferenze razziste.

I magistrati, in base alla sentenza della cassazione (che si è espressa in occasione di una coppia che voleva adottare solo bambini di origine europea), non possono convalidare decreti di adozione che contengano tali discriminatorie.

Nella sentenza della Cassazione si legge: “Il decreto di idoneità all’adozione pronunciato dal tribunale dei minorenni ai sensi dell’articolo 30 della legge 184 del 1983 e successive modifiche non può essere emesso sulla base dei riferimenti all’etnia dei minori adottandi, ne può contenere indicazioni relative a tale etnia“, e si aggiunge anche che “Ove tali discriminazioni siano espresse dalla coppia di richiedenti, esse vanno apprezzate dal giudice di merito nel quadro della valutazione della idoneità degli stessi all’adozione internazionale” (in buona sostanza: esprimere preferenze razziste nelle richieste di adozione influisce negativamente anche sulla valutazione che i giudici fanno della coppia che richiede l’adozione).