Connect to Learn, una nuova iniziativa globale per garantire l’istruzione ai bambini

Pubblicato da lorenzo in News, Nuovi media e Apprendimento, Scuola

Connect to Learn è una iniziativa che unisce note personalità e istituzioni (hanno aderito la popstar Madonna, la multinazionale delle telecomunicazioni Ericsson ed altre istituzioni come la Millennium Promise Alliance) che si impegnano per garantire che tutte le bambine e i bambini del mondo possano poter studiare almeno fino alla scuola superiore, anche attraverso la possibilità, da dare a tutti, di collegarsi a Internet, quindi collegarsi con altre realtà.

Connect to Learn punta quindi ad una grande opera, attraverso finanziamenti a piccole realtà e utilizzando l’arma della rivoluzione tecnologica, quella di una istruzione che fornisca strumenti per l’insegnamento e possa mettere in contatto anche le scuole situate in posti remoti (con l’utilizzo di pannelli solari, computer a basso costo, accessi wireless ecc.) rendendo loro accessibili le informazioni globali e lo scambio di risorse didattiche, quindi creando valore (=ricchezza) per le comunità, in particolare quelle arretrate e povere (dove spesso i bambini interrompono gli studi alle elementari, quando va bene).

Qualche progetto per fornire le scuole del (cosiddetto) terzo mondo di connessione a internet e collegamento con le altre realtà è già stato messo in pratica (ne parla uno dei promotori, Jeffrey Sachs*, in un articolo su ilsole24ore.com e se ne parla sul sito dell’iniziativa – www.connecttolearn.org).

La scommessa di Connect To Learn mette sul banco una grossa posta e si vogliono raggiungere obbiettivi di portata globale per una offerta scolastica di qualità ovunque “entro il 2020”; vedremo che cosa si riuscirà a raggiungere, la sfida è ardua.

Ci stiamo imbarcando in questa iniziativa perché non c’è nulla di più importante che garantire ai giovani di oggi la formazione e le competenze per essere cittadini attivi nel mondo nel 21° secolo“, ha detto Jeffrey Sachs*.

*Jeffrey David Sachs è un economista statunitense e, oltre ad essere tra i promotori di Connect To Learn, è direttore dell’Earth Institute della Columbia University (istituzione che partecipa a Connect To Learn), fondatore e co-Presidente della Millennium Promise Alliance (organizzazione che si dedica all’estinzione della povertà estrema) e consulente speciale delle Nazioni Unite per il segretario generale Ban Ki-moon.