Cosa si intende per “nascita digitale”?

Pubblicato da lorenzo in Internet e nuove tecnologie

Si parla di “nascita digitale” oggi per indicare la presenza dei bambini online, anche prima di nascere. Questo almeno è quanto emerge dallo studio di AVG, la compagnia di sicurezza online.

I genitori di tutto il mondo oggi caricano fotografie, ecografie prenatali, twittano esperienze di gravidanza, pubblicano gli album di foto on-line dei bambini dalla nascita, e creano quasi subito indirizzi di posta elettronica per i loro figli, lasciando così continuamente impronte digitali per loro, ancora prima della loro nascita.

Negli Stati Uniti, il 92% dei bambini ha una presenza online entro i due anni di vita, rispetto al 73% dei bambini in Europa. Secondo la ricerca, l’eta media in cui avviene la nascita digitale dei bambini si aggira intorno ai sei mesi con un terzo (33%) di foto dei bambini e informazioni pubblicate online entro poche settimane dopo la loro nascita. Nel Regno Unito il 37% dei neonati ha una vita on-line già prima di venire al mondo, mentre in Australia e Nuova Zelanda la percentuale è del 41 per cento. Quasi un quarto (23%) dei bambini iniziano la loro vita digitale quando i genitori caricare la propria ecografia prenatale scansioni a Internet (il 14% dei bambini in Italia).

Anche voi avete fatto nascere i vostri bambini sulla rete prima dei 2 anni? Raccontateci come.