Liberiamo il futuro dei bambini rom in Slovacchia

Pubblicato da Alberto | Amnesty International in Amnesty Kids

Cosa sta succedendo?
In Slovacchia, i bambini e le bambine rom sono molto spesso segregati in classi e scuole “speciali”, solo perché sono rom. In alcune scuole sono chiusi a chiave nelle aule in modo che gli altri bambini non possano vederli. Il governo slovacco sta cercando di combattere la discriminazione, ma non basta. In molte scuole i bambini rom sono ancora separati dai bambini slovacchi.

Alcuni dati
I numeri di questa segregazione sono preoccupanti. In Slovacchia la popolazione rom è solo il 10 per cento della popolazione totale. Eppure i bambini rom sono oltre il 60 per cento degli alunni delle scuole speciali. Nelle classi speciali i rom sono l’85 per cento degli alunni.

Quali diritti sono stati violati?
L’articolo 1 della Dichiarazione universale dei diritti umani afferma che tutte le persone hanno diritto a essere trattate nello stesso modo e devono comportarsi amichevolmente le une con le altre.
L’articolo 26 afferma invece che ogni persona ha diritto a ricevere un’istruzione. La scuola primaria deve essere gratuita per tutti, affinché ciascuno possa sviluppare le proprie capacità, diventare un cittadino o una cittadina responsabile, capace di vivere insieme agli altri.
Anche nella Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sono affermati dei diritti che sono stati negati ai bambini rom in Slovacchia. Leggi la Convenzione per scoprire quali!

Anche tu puoi fare qualcosa!
Tutte le classi Amnesty Kids!, i bambini e le bambine che partecipano alle Azioni Urgenti Kids! stanno inviando messaggi a forma di chiave per chiedere alle autorità slovacche di liberare il futuro dei bambini rom. Scarica la newsletter Kids’ Voice e partecipa anche tu per difendere il diritto a non essere discriminati e a poter ricevere un’istruzione!

È importante agire presto! Più lettere invieremo più persone riusciremo ad aiutare!

Guarda le chiavi che sono già state inviate: