Hands on Search: una stampante 3D per imparare col tatto

Pubblicato da Michela in News, Scuola

Insegnare ai bambini con disabilità non è semplice, ma i tantissimi insegnanti di sostegno in tutto il mondo ci dimostrano che con intelligenza, preparazione, volontà e creativitàsi possono ottenere grandi risultati a dare anche a chi ha delle difficoltà la possibilità di conseguire una preparazione e vivere la vita in modo più pieno.

3D-Printed-Search

Pensate però cosa questi bravi insegnanti potrebbero riuscire a fare le tutti gli istituti scolastici avessero in dotazione la nuova stampante 3D che Yahoo! Japan ha sviluppato per dimostrare che i concetti di ricerca e scoperta vanno oltre la vista e oltre la bidimensionalità. Si stratta di una stampante 3D a comando vocale, collegata ad un motore di ricerca su Internet. Basta pronunciare la parola che si vuole cercare perché la macchina ne stampi un modellino, consentendo agli utenti di toccare l’oggetto. Il macchinario, chiamato Hands on Search, è stato testato dagli alunni di una scuola per bambini non vedenti, riscuotendo un evidente successo.

Hands on Search è stato sviluppato da Yahoo! Japan come strumento per esplorare la possibilità di incorporare il tatto all’esperienza di Internet. Secondo l’agenzia France-Presse, la macchina in grado di creare oggetti di svariate forme in pochi minuti. Yahoo Japan ha dichiarato di voler rendere la tecnologia disponibile al pubblico, ma non ha ancora accennato alla possibilità di commercializzare Hands on Search.

A noi sembra un’idea fantastica e una grande occasione per ampliare le possibilità dell’insegnamento ai bambini disabili e non.

Voi cosa ne pensate?