Giffoni Experience 2014: tutti i film in programma

Pubblicato da Michela in Cinema, Eventi

Giffoni Experience sta per tornare con nuovi film, un programma ricco di spettacoli ed appuntamenti e una 44esima edizione esplosiva che dal 18 al 27 luglio 2014 porterà tra le strade di Giffoni Valle Piana ben 3500 ragazzi provenienti da 41 Paesi. Il tutto al grido di “Be different”, slogan e tema scelto per un’edizione 2014 che vole sottolineare come la differenza sia un elemento di ricchezza, di rinnovamento, di rinascita e anche di rivoluzione e per questo motivo si può essere differenti a testa alta, senza temere lo scandalo o l’esclusione, poiché non esiste genio né grandezza senza differenza. Essere diverso è il peso che ogni ragazzo porta con sé. Se la similitudine è rassicurante segno di appartenenza ad un gruppo, ad una famiglia, ad una società di uguali, la differenza viene vissuta come difficoltà, limite, castigo piuttosto che come potenzialità infinita di trasformazione. Cos’è la giovinezza se non il potere di essere ciò che si vuole? E la più grande differenza non è forse quella di avere ancora tra le mani il proprio futuro?

27646697e277dff903d4ed00b18ff78b_L

Saranno 3.500 giovani provenienti da 41 nazioni e 160 città italiane che vivranno 10 giorni insieme e condivideranno l’esperienza “unica” del festival in qualità di giudici. Solo 3500 tra gli oltre 30mila che hanno presentato domanda di ammissione durante tutto l’anno passato, soprattutto via web, favorendo un dialogo tra Giffoni e i giovani più diretto e immediato. Sono stati i ragazzi infatti ad aver scelto, grazie ai sondaggi sui social network, alcuni dei protagonisti di questa edizione, mettendoli in prima linea nella gestione di una manifestazione che resta unica: una fantastica esperienza per ragazzi creata dai ragazzi. Per quanto riguarda i giurati provenienti dall’estero arriveranno per la prima volta a Giffoni delegazioni dall’Azerbaijan e dal Libano. Ritornano dopo qualche anno di assenza anche i ragazzi da Argentina, Croazia, Nigeria e Turchia.

Il programma cinematografico prevede 163 film tra lunghi e corti, in concorso e fuori concorso, selezionati su oltre 3760 produzioni di 90 paesi. Le sezioni competitive sono: Elements+3 (3-5 anni), Elements+6 (6-9 anni), Elements+10 (10-12 anni), Generator+13 (13-15 anni), Generator+16 (16-17 anni), Generator+18 (dai 18 anni in su). Novità di quest’anno la selezione di cortometraggi in concorso Masterclass Short Films. Le sezioni non competitive sono: Reload/Parental Control (alcuni tra i migliori film già distribuiti in Italia. Tutti certificati Giffoni) e tre Focus on dedicati al Qatar, alla Macedonia e alla Georgia.

ELEMENTS +3 proporrà una selezione di animazioni che rileggono le tecniche tradizionali ma giocano anche con la grafica 3D.

ELEMENTS +6 porterà in primo piano il tema della differenza con THE PASTA DETECTIVES nel quale due bambini decisamente differenti formano un’improbabile squadra di detective; LOLA ON THE PEA che deve superare l’assenza del padre; TAINÁ – AN AMAZON LEGEND, che racconta di una bambina molto speciale. ANTBOY parla di un ragazzino timido che diventa un supereroe; PETTSON AND FINDUS: A LITTLE NUISANCE A GREAT FRIENDSHIP segue le avventure di un gatto e del suo amico Pettson; PUDSEY THE MOVIE racconta di un cucciolo straordinario in cerca di una casa;  ZIP & ZAP AND THE MARBLE GANG narra del mistero di un collegio,infine, LAND OF GOOD KIDS è un racconto che parla di perfezione e di imperfezione. Stessa varietà per i corti in concorso tra cui l’italiano LA RAGAZZA E LA GONDOLA.

ELEMENTS +10 propone una grande varietà di stili, ambienti, storie. Dall’India arrivano COUNTING DREAM – con il suo protagonista alla ricerca della felicità e dell’amicizia in un’India dalle grandi differenze sociali ed economiche – e THE FORT nel quale il protagonista dovrà scoprire un nuovo ambiente ma soprattutto le proprie debolezze. Alto tasso di mistery in THE LEGEND OF LONGWOOD e un grande ritorno con il canadese THE OUTLAW LEAGUE: il film è firmato La Production La Fête, negli anni più volte presente al festival. Ancora atmosfera sospesa e misteriosa storia familiare da scoprire nell’olandese FINN. Ci trasferiamo invece a New York con A LITTLE GAME nel quale un eccezionale F. Murray Abraham si fa maestro di scacchi e di vita della giovane protagonista. Il viaggio ideale si conclude in Cina con THE NIGHTINGALE: un nonno e una nipotina attraversano la campagna cinese per ritornare nel villaggio d’origine e ricostruire il loro legame. Tra i corti in concorso ricordiamo gli italiani CIAO MAMMA e THRILLER.

GENERATOR +13 vedrà sullo schermo THE FINISHERS, basato su una storia vera, che parla del difficile rapporto tra un padre e un figlio costretto su una sedia a rotelle. THE EXCURSIONIST è la storia è vera di chi la diversità ha dovuto occultarla per restare in vita, di chi (ancora bambina) ha dovuto imparare che essere differenti può essere il terribile motivo per essere deportati e condannati a morte. BEHAVIOUR ha fatto discutere in patria per la libertà, l’indipendenza, il coraggio con cui si permette di criticare la condizione umana in cui versano bambini e ragazzi che lottano per la loro sopravvivenza e per quella delle loro famiglie. In BOYS, invece, il tema affrontato è quello dell’omosessualità. In SKATING TO NEW YORK si parla di un “viaggio di iniziazione” durante il quale 5 ragazzi cercano di sperimentare i propri limiti alla ricerca di un’avventura che li faccia sentire vivi e già adulti. JACK AND THE CUCKOO-CLOCK HEART è tratto dal best-seller del cantante e chitarrista Mathias Malzieu del gruppo rock “Dyonisos”. In ONE NIGHT IN OSLO, infine, la storia si sviluppa su una grande amicizia tra due ragazzi che entra in fibrillazione quando l’amore per una loro coetanea divide i due protagonisti da sempre uniti come fratelli.

GENERATOR +16 svela i sentimenti, le passioni, le aspirazioni e i sogni dei ragazzi di oggi. In BROKEN HILL BLUES un gruppo di adolescenti si appresta ad affrontare le incertezze del delicato momento di passaggio all’età adulta. CASA GRANDE racconta di un quindicenne viziato, egoista, eppure adorabile che cambia bruscamente e radicalmente quando suo padre si trova a fare i conti col fallimento economico. In LIVING IS EASY WITH EYES CLOSED siamo alla fine degli anni Sessanta nella Spagna di Franco e seguiamo tre amici che vogliono raggiungere John Lennon. EXIT MARRAKECH parla di un padre e di un figlio che dovranno imparare a conoscersi per forza. In HAN GONG-JU una studentessa sta cercando di lasciarsi alle spalle un’esperienza atroce quanto incancellabile. MATEO deve lavorare con suo zio, capo malavitoso locale, che lo utilizza per portare avanti i suoi loschi affari. BENEATH THE HARVEST SKY vede due diciassettenni raccoglitori di patate della provincia del Main che sognano di andare altrove, lontano da una cittadina è arrugginita un po’ come le vite dei suoi abitanti.

GENERATOR+18 propone pellicole e temi che riflettono in pieno la complessità di questa generazione. Madri e padri alle prese col proprio ruolo di genitori e adolescenti che si incontrano e si scontrano con la vita adulta. In FOUR CORNERS conosciamo Ricardo, ragazzino prodigio nel gioco degli scacchi, la cui vita è messa in pericolo dal suo crescente interesse per una banda. ABOVE DARK WATERS racconta la zona grigia tra amore e paura in cui si ritrova a crescere il piccolo Pete. THE NOTEBOOK è la storia di due gemelli abbandonati dalla madre durante la seconda guerra mondiale. LITTLE CRUSHES è la storia di Kasia e Asia, due donne che vivono insieme e che liberano gli appartamenti delle persone che muoiono o che traslocano e di Piotr, ragazzo che da poco ha perso il lavoro e la moglie. LEFT FOOT RIGHT FOOT presenta Marie, alle prese con il passaggio dall’età adolescenziale a quella adulta e travolta dallo scintillio dei locali notturni, e Vincent, uno spensierato skateboarder ventunenne che deve soldi a chiunque. In THE WORD Lila e Janek si godono la vita e l’adolescenza fino a quando lei non rompe con lui accusandolo di esserle stato infedele. HOPE, tratto da una storia vera,narra della piccola So-Won, bambina di otto anni, che subisce violenza da un uomo mentre sta andando a scuola. Da quel momento inizia un’odissea per la famiglia e per il papà il cui unico modo per starle vicino è indossare un costume di uno dei suoi pupazzi preferiti.

Due le sezioni dedicate ai corti: una per la fiction e una per l’animazione. Cinque gli italiani: GHIGNO SARDONICO, LA TESTA TRA LE NUVOLE, MI RITROVERAI DENTRO DI TE, THE NOSTALGIST, VISTAMARE.