Ritorno a scuola: nuovo allarme zainetto (e consigli) per le schiene degli studenti

Pubblicato da Michela in Salute, Scuola

L’anno scolastico 2014/2015 è iniziato oggi per i bambini ed i ragazzi di Bolzano, primi ad affrontare una nuova stagione di lezioni, compiti, verifiche, gite, nuove conoscenze e tutto ciò che rende unici e indimenticabili gli anni della scuola. Tra due giorni, il 10 settembre, torneranno sui banchi i ragazzi del Molise e di Trento, mentre l’11 settembre sarà il turno degli scolari di Abruzzo e Valle d’Aosta. Il 15 settembre le lezioni inizieranno in Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Liguria, Marche, Piemonte, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto, mentre la campanella suonerà per ultima per i ragazzi di Puglia e Sicilia, che torneranno in classe il 17 settembre.

photo credit: Snaaaax via photopin cc

photo credit: Snaaaax via photopin cc

Il rientro a scuola può essere visto come un peso dai bambini e dagli adolescenti, ma se siete genitori o insegnanti è un altro il peso a cui dovreste badare per vigilare sulla loro salute. E’ recentissimo, infatti, l’ultimo “allarme zainetto” che riporta in primo piano i danni causati dal peso eccessivo di libri e accessori per la scuola sulle povere schiene dei giovani studenti. La conferma stavolta viene dalla Spagna ed ha una voce autorevole e ufficiale. Il Consejo General de Colegios Oficiales de Médicos ha pubblicato un comunicato stampa nel quale si legge che il peso eccessivo della borsa della scuola causa forti dolori alle spalle ed alla schiena al 51% dei bambini e al 69% delle bambine entro i 15 anni, con disturbi che vanno via via intensificandosi nel tempo e che potrebbero diventare cronici in età adulta e di estendersi in altre parti del corpo.

La campagna contro gli zainetti troppo pesanti è stata introdotta da una conferenza stampa presieduta dal dottor Serafin Romero e dal dottor Kovacs, i quali hanno rivelato che un terzo dei bambini porta quotidianamente sulle spalle un peso che eccede del 30% quello raccomandato. Il peso ideale, hanno ammonito i due specialisti, non dovrebbe superare il 10% del peso corporeo del bambino.

Come evitare che il peso della cultura inarchi e renda doloranti le schiene dei giovani studenti? Beh, le alternative sono diverse e facilmente percorribili, ad esempio l’utilizzo di trolley per la scuola al posto delle cartelle con fibbie. Ma esistono anche altri stratagemmi, dicono i dottori, che hanno stilato una lista di consigli per i genitori e gli insegnanti.

Fonte: http://www.cgcom.es/noticias/2014/09/14_09_03_kovacs_tebeo_espalda