Premio Andersen 2015: premiate Vanna Cercenà e Anna ed Elena Balbusso

Pubblicato da Michela in Eventi

2015balbusso_72_RGB_lr

Dopo un anno di letture, recensioni e analisi, la rivista Andersen annuncia i vincitori della 34ma edizione del PREMIO ANDERSEN (premiazione sabato 23 maggio al Museo Luzzati di Genova – ore 15), il più ambito riconoscimento italiano attribuito ai libri per ragazzi e ai loro autori (l’elenco completo dei vincitori e le motivazioni su www.premioandersen.it).

Tra questi, premiate rispettivamente come miglior scrittore e miglior illustratore 2015: l’autrice toscana Vanna Cercenà, capace di narrazioni intense e schiette, sostanziate da competenza storica e passione civile; e le illustratrici Anna ed Elena Balbusso, assai apprezzate all’estero, dove oggi sono più attive che in patria, con collaborazioni su New Yorker e The New York Times, che firmano l’immagine guida del premio di quest’anno.

Premi – suddivisi per tipologie e fasce d’età dei lettori – anche a una quindicina di libri. Nel segno della memoria storica e civile come in “La città che sussurrò” di Jennifer Elvgren, illustrato da Fabio Santomauro (La Giuntina – miglior libro 6/9 anni) e in “Ferriera” di Pia Valentinis (Coconino Press – miglior libro a fumetti); del recupero di piccoli capolavori senza tempo come “Piccolo elefante cresce” di Sesyle Joslin e Leonard Weisgard (Orecchio Acerbo – miglior libro 0/6 anni) e “L’albero” di Shel Silverstein (Salani – miglior libro mai premiato); della poesia proposta all’infanzia con “Oh, i colori!” di Jorge Lujan e Piet Grobler (Lapis – miglior albo illustrato) e la collana “Il suono della conchiglia” curata da Teresa Porcella (Motta Junior – miglior progetto editoriale) e della buona narrativa, rappresentata da alcuni romanzi di formazione che si fanno apprezzare per un approccio lucido e arguto all’infanzia e all’adolescenza,  accompagnato da un alto livello di scrittura come in “Cuori di waffel” di Maria Parr (Beisler), “Il mondo fino a 7” di Holly Goldberg Sloan (Mondadori) e “Se tu fossi qui” di Davide Rondoni (Edizioni San Paolo), rispettivamente vincitori per il miglior libro 9/12 anni, oltre i 12 anni e oltre 15 anni. E ancora riconoscimenti a “Professor Astrogatto e le frontiere dello spazio” di Dominic Walliman – illustrazioni di Ben Newman (Bao Publishing) per la divulgazione scientifica e a “Io sono così” di Fulvia Degl’Innocenti e Antonio Ferrara (Settenove) per il miglior libro “fatto ad arte” e a Elastico per le migliori creazioni digitali.

In occasione del centenario del primo conflitto mondiale, la giuria ha assegnato uno speciale riconoscimento a tre libri che hanno saputo raccontare all’infanzia questo pezzo della nostra Storia: i romanzi di Chiara Carminati “Fuori fuoco” (Bompiani) e di Guido Sgardoli “Il giorno degli eroi” (Rizzoli) e l’albo illustrato “La piccola grande guerra” di Sebastiano Ruiz Mignone illustrato da David Pintor (Lapis edizioni).

Un’occasione per riflettere sull’annata editoriale, quindi, ma anche una festa della lettura e della cultura dell’infanzia che è diventata occasione per la città di Genova di una serie di iniziative per trasmettere buone pratiche sull’educazione alla lettura a scuola e in famiglia, con molti incontri che hanno preso le mosse dai libri premiati in questa edizione, con gli autori che hanno incontrato il loro pubblico nelle scuole e nei teatri della città, in un programma realizzato in collaborazione con il Comune di Genova.

Sul fronte della promozione della lettura, il riconoscimento va alla Biblioteca Civica Ceretti di Verbania, mentre la libreria per ragazzi Il libro con gli stivali di Mestre (VE) vince il premio intitolato a Roberto Denti (1924-2013), promosso dall’Associazione Italiana Editori e da Andersen per ricordare la figura e l’impegno del fondatore della storica Libreria dei Ragazzi di Milano, da sempre parte attiva nella giuria dell’Andersen, insieme alla moglie Gianna Vitali.

In programma anche la fase conclusiva di alcuni progetti che hanno stimolato la creatività delle scuole italiane sui temi della lettura con ilSognalibro, promosso da Andersen (Museo Luzzati sabato 23 maggio mattina) e sul fronte del riciclo degli imballaggi in acciaio raccontati con un calligramma per Ambarabà Ricicloclò, promosso da Andersen e RICREA-Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio (Biblioteca de Amicis, sabato 23 maggio mattina).

Il mondo di ANDERSEN, da oltre trenta anni impegnato per la cultura dell’infanzia, il 23 maggio oltre ai vincitori del Premio farà festa anche per due “freschi di stampa”: il numero 323, giugno, della rivista con la copertina delle sorelle Balbusso, e l’avvio de “La Biblioteca dei ragazzi”, una selezione di opere e autori vincitori del Premio Andersen pubblicati in abbinamento al quotidiano “Il Sole 24 Ore”, ogni sabato. Una buona occasione per seminare passione per i libri. Certi, che dall’edicola il lettore passerà poi alla libreria e alla biblioteca. Si parte sabato con Mio nonno era un ciliegio di Angela Nanetti, a seguire Bianca Pitzorno, Goscinny e Sempé, Bernard Friot, Beatrice Masini, Pinin Carpi, Roberto Piumini e Sebastiano Ruiz Mignone; e poi tante altre eccellenze della letteratura per l’infanzia. Innamorarsi della lettura è un gioco da ragazzi.

 

La giuria del PREMIO ANDERSEN 2015 è composta dalla direzione della rivista ANDERSEN (Barbara Schiaffino, Walter Fochesato, Anselmo Roveda), dallo staff redazionale di ANDERSEN coordinato da Martina Russo, da Gianna Denti (fondatrice della storica Libreria dei Ragazzi di Milano), da Pino Boero (Università di Genova), e per la selezione dei finalisti, annunciati a marzo alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, da: Anna Parola (Libreria dei Ragazzi di Torino), Caterina Ramonda (bibliotecaria, blog Le Letture di Biblioragazzi), Vera Salton (Libreria Il Treno di Bogotà di Vittorio Veneto).

 

La 34ma edizione del PREMIO ANDERSEN è promossa da rivista ANDERSEN con il Museo Luzzati a Porta Siberia e Officine Narrative, con il patrocinio di Comune di Genova, Città Metropolitana di Genova, Regione Liguria, MIUR-Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, Dipartimento DISFOR dell’Università di Genova, con la collaborazione di assessorato Scuole, Sport e Politiche Giovanili, asessorato Cultura e Turismo del Comune di Genova e Municipio 1 Centro Est, Teatro Altrove, Maddalena52, Laboratorio Probabile Bellamy, Nati per Leggere Liguria, Centro Sistema Bibliotecario della Città Metropolitana di Genova, Biblioteca De Amicis, Associazione Librerie Indipendenti Liguria, Libreria L’Albero delle Lettere, RICREA – Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio, Genoa Comics Academy, Officina Letteraria, StudioStorie con il supporto tecnico di NH Marina Porto Antico, Hotel Helvetia, Acquario di Genova, Latte Tigullio, con la mediapartnership di Mentelocale.it. Si svolge nell’ambito de Il Maggio dei Libri.